Quali cibi fanno male al Cane

Lista degli alimenti che NON devono essere dati al Cane:

- Cibi con zucchero: possono creare molti problemi perché lo zucchero viene assorbito sotto forma di grassi e quindi porta all’obesità, che a sua volta crea problemi a fegato e cuore, disturbi alle articolazioni e diabete.

Dobbiamo ricordare che l’apporto di zuccheri è molto importante perchè regola l’attività della flora batterica. Quindi possiamo dare glucosio e saccarosio (lo zucchero comune), mentre meglio evitare il lattosio (merendine e biscotti).

NB: Lo zucchero non crea problemi ai denti in quanto per i cani le carie non esistono.

- Cibi salati e unti (compresi i cibi fritti), cibi piccanti o speziati.

- Ossa di pollo, di volatili, di agnello, di coniglio: queste ossa possono far  male perché si scheggiano e quindi rischiano di perforare l'intestino.

- Carne di maiale: non deve essere data cruda perché potrebbe contenere un virus che causa la pseudo rabbia = malattia mortale. Bisogna cuocere la carne per uccidere tale virus.

- Costolette di maiale: avendo una ridotta consistenza potrebbero rompersi in piccole ossa taglienti e incastrarsi o tagliare le pareti dell’apparato digestivo. Potrebbero  anche causare problemi digestivi e respiratori.

- Cioccolato e cacao: contengono la teobromina, sostanza tossica che può provocare danni a cuore, reni, polmoni, e sistema nervoso. Il cioccolato può provocare convulsioni, attacchi cardiaci o emorragie (anche morte). 

- Fegato: in eccessiva quantità provoca tossicità dovuta alla vitamina A. Possono essere colpite ossa e muscoli; inoltre causa il deposito di rame nel fegato (può portare alla morte).

- Insaccati: contengono sale e grassi. Possono provocare la toxoplasmosi: malattia provocata da un parassita che si trova nella carne cruda (agnello e maiale) e negli insaccati. Attraverso la cottura tale parassita viene eliminato.

- Sale: bisogna evitare l'eccesso di sale soprattutto se il cane soffre di patologie cardiocircolatorie. Troppo sale può causare attacchi epilettici.

- Caramelle e gomme: contengono lattosio che il cane fa fatica a digerire. I dolcificanti (ad es. lo xilitolo nelle gomme da masticare) fanno male al cane: se assunti in grandi quantità abbassano il glucosio nel sangue interferendo con il sistema nervoso centrale (perdita di coordinazione e spasmi).

- Cavolo, aglio e cipolla: possono causare diarrea, vomito, urina di colore scuro, anche casi di anemia. Se il cane assume per sbaglio queste sostanze non è un problema, l’importante è che non sia una cosa continua e ripetuta.

- Pianta di pomodoro: il cane deve stare lontano dal gambo e dalle foglie della pianta perché sono piene di tossine, infatti foglie e gambo contengono alcaloidi. Anche i pomodori verdi contengono queste sostanze, mentre i pomodori maturi no.

In piante e foglie di pomodoro vi è anche l’atropina: in dosi abbondanti  può far male al cane.

Se  il cane trema ed è debole, oppure vomita o soffre di diarrea si consiglia di portarlo subito da un veterinario (i sintomi più gravi sono paralisi e arresto cardiaco).

- Noce moscata: in grande quantità può provocare tremori, convulsioni e problemi al sistema nervoso (a volte persino la morte).

- Lievito: da evitare perché si espande e produce gas nell'apparato digerente, causa dolore e la possibile rottura di stomaco o intestino.

- Luppolo: potrebbe causare difficoltà respiratorie, aumento frequenza cardiaca, convulsioni e persino la morte.

- Uva, uvette e avocado: alto contenuto di zuccheri. Inoltre possono causare dolori addominali e possibili danni ai reni.

- Frutta: evitare tutti gli alimenti che contengono semi o noccioli (possibile ostruzione intestinale). Sono tossici i semi della mela; i noccioli di ciliegia, pesca, albicocca e prugna contengono cianuro e possono portare al coma.

- Frutta secca: le noci possono causare ostruzioni intestinali e quelle ammuffite possono causare convulsioni.

- Bevande alcoliche: birra e vino possono intossicare causando vomito, diarrea, scompensi del sistema nervoso, tremori, difficoltà respiratorie e coma. Questo perché il cane non possiede gli enzimi adatti per metabolizzare queste sostanze.

 - Caffè e tabacco: la caffeina provoca disturbi gastrointestinali, alterazioni del ritmo cardiaco e, nei casi più gravi, ictus. La nicotina colpisce il sistema digerente e nervoso, e può portare a tachicardia, collasso, coma e morte.

- Uova, carne e pesce crudi: possono portare a intossicazioni alimentari causata da salmonella o escherichia coli. Inoltre un enzima presente nelle uova va ad interferire con l’assunzione di vitamina B.

- Farinacei (patate crude, piselli, fagioli, cavoli): provocano eccessiva fermentazione.

- Pane non lievitato: in alcuni gravi casi può causare dilatazione dello stomaco o il blocco della circolazione sanguigna.

- Latte: molti cani sono intolleranti al lattosio, quindi non digeriscono il latte (intero, scremato o parzialmente scremato). Il cane giovane può bere il latte in quanto possiede l’enzima atto a digerirlo (lattasi): tale enzima non viene più prodotto durante la crescita.

Quindi spesso bere latte può provocare diarrea nel cane.

- Cibi grassi. Nella dieta di un cane non devono superare il 10% altrimenti portano all’obesità e possono causare una serie di malattie (es. pancreatite) e vecchiaia precoce. La digestione dei grassi è difficile e laboriosa.

Potrebbe interessarti...