. Etichette dei Mangimi

leggere la composizione di una crocchetta è molto difficile, queste alcune diciture che potresti trovare in etichetta e a cui fare attenzione:

  • Farine di carne di…: provengono da carcasse di animali o parti di esse.
    Non comprendono zoccoli, corna, setole, pelo e piume (i derivati appunto), nonché il contenuto dell’apparato digerente.
    Non sono il massimo ma, per quanto riguarda la farina di carne, alcuni marchi utilizzano le parti nobili dell’animale dichiarandole ugualmente come farina.
    Bisognerà fare una ricerca più approfondita sul sito del produttore per capire se stiamo dando carcasse o carne.
  • Farina di pesce: prodotto ottenuto dalla lavorazione di pesci interi o loro parti dai quali può essere stata rimossa parte dell’olio, ma al quale possono essere state aggiunte le parti solubili del pesce.
    Non tutti i mangimi contenenti farina di pesce sono da considerarsi scarsi.
  • Farina di carne e ossa / farina di ossa: ovvero tessuti disidratati comprensivi del tessuto osseo.
    Questa combinazione è ricca di calcio e fosforo ma ha un valore proteico inferiore alle semplici farine di carni prive di ossa.
  • Farina di pollame: prodotto ottenuto dalla lavorazione dei sottoprodotti del pollame, deve risultare esente da piume
  • Diciture generiche come agnello/pollo/tacchino: se davanti non vi è la dicitura “carne di” si è di fronte ad una materia prima “generica” ovvero, non sappiamo che parte dell’animale viene usata.
  • Carni e derivati oppure sottoprodotti (vale anche per pesce e vegetali): con questi termini si indicano solo le materie di scarto. Vale a dire ossa, sangue, frattaglie, legamenti.
  • Idrolizzato di…: si tratterebbe di carne dalla quale è stato tolto tutto ciò che potrebbe creare intolleranze o problemi digestivi (ma non è vero).
    Inoltre così facendo vengono escluse anche le sostanze nutritive.
    Gli idrolizzati sono considerati “anallergici” perché a livello statistico hanno mostrato meno reazioni.
    Questo sistema è utilizzato anche per rendere edibile ciò che non lo è, come gli scarti.
    Inoltre spesso si incontrano cani intolleranti anche con questi mangimi.
    Vengono utilizzati impropriamente per valutare la possibilità di allergie alimentari, ma in questi casi l’unica soluzione è una dieta ad esclusione (fresca) fatta da un nutrizionista.
  • Proteina di…: vuol dire che non c’è carne, ma la sola proteina estratta dalla carcassa dell’animale o del pesce o dei vegetali.
  • Cibo al gusto di… oppure Aroma di… oppure Cibo con…: significa carne contenuta inferiore al 4%




Fonte: https://www.pimpmypug.it/blog/come-leggere-gli-ingredienti-delle-crocchette/




Potrebbe interessarti...